Top menu

2009_mantovainrosso_w.jpg2009_incendio_w.jpg2009_sorgere_w.jpgquomodo-testata-blog.jpg2011_paes-invernale-2_w.jpg2011_forza-del-vento_w.jpg2008_acquitrino_w.jpg2011_marina_w.jpg2009_tramonto_w.jpg2011_cespuglio_w.jpg2012_tre-alberi_w.jpg2008_controlucemn_w.jpg2009_stagno_w.jpg2011_paes-invernale-1_w.jpg2009_tramonto2_w.jpg2011_schiumadonda_w.jpg2010_steppa_w.jpg2010_temporale_w.jpg2012_squarcio-di-luce_w.jpg2011_settembre_w.jpg2007_grandepino_w.jpg2012_nebbia-su-mantova_w.jpg2009_sottobosco_w.jpg2012_campo-papaveri_w.jpg2008_oltreorizzonte_w.jpg2009_toscanasera_w.jpg

denotazione

La denotazione è il valore informativo-referenziale di base (funzione referenziale) di un segno linguistico indicato dal codice. In ambito letterario la denotazione è il primo e più elementare livello semantico del segno linguistico, legato al codice di una data epoca della storia letteraria.

Siccome il segno letterario è polisemico, il valore denotativo può essere caricato di altri sensi (connotazione), i quali possono orientarsi in direzione degli assi linguistici di contiguità (metonimia) o di similarità (metafora).