Top menu

2009_stagno_w.jpg2011_schiumadonda_w.jpg2008_oltreorizzonte_w.jpg2009_toscanasera_w.jpg2009_sottobosco_w.jpg2009_mantovainrosso_w.jpg2012_tre-alberi_w.jpg2012_squarcio-di-luce_w.jpgquomodo-testata-blog.jpg2010_steppa_w.jpg2007_grandepino_w.jpg2011_settembre_w.jpg2009_tramonto_w.jpg2011_forza-del-vento_w.jpg2009_sorgere_w.jpg2012_nebbia-su-mantova_w.jpg2009_tramonto2_w.jpg2011_paes-invernale-1_w.jpg2008_acquitrino_w.jpg2011_cespuglio_w.jpg2011_marina_w.jpg2010_temporale_w.jpg2012_campo-papaveri_w.jpg2009_incendio_w.jpg2008_controlucemn_w.jpg2011_paes-invernale-2_w.jpg

metonimia

La metonímia (o metonimía) è una figura semantica di trasferimento (tropo o traslato) fondata sulla relazione di contiguità (vicinanza) materiale o logica fra il termine denotato e il termine connotato: ossia, l’associazione di idee e/o sostituzione di parole avviene all’interno del medesimo campo semantico (asse sintagmatico).

Quando l’associazione-sostituzione avviene tra campi semantici differenti, si ha invece la metafora.

In sintesi, i tropi sono associazioni di idee e/o sostituzioni di parole
metonimia = per contiguità, nel medesimo campo semantico
metafora = per similarità, in campi semantici diversi

 

 Per approfondire

La metonimia nelle immagini