Top menu

2011_paes-invernale-1_w.jpg2009_toscanasera_w.jpg2010_temporale_w.jpg2009_tramonto_w.jpg2011_cespuglio_w.jpg2008_oltreorizzonte_w.jpg2011_schiumadonda_w.jpg2008_acquitrino_w.jpg2009_incendio_w.jpg2011_settembre_w.jpg2012_squarcio-di-luce_w.jpg2007_grandepino_w.jpg2009_tramonto2_w.jpg2009_sorgere_w.jpg2012_nebbia-su-mantova_w.jpg2009_sottobosco_w.jpg2011_forza-del-vento_w.jpg2011_paes-invernale-2_w.jpg2010_steppa_w.jpg2009_mantovainrosso_w.jpg2011_marina_w.jpg2008_controlucemn_w.jpg2012_campo-papaveri_w.jpg2009_stagno_w.jpg2012_tre-alberi_w.jpg

nesso relativo

Il nesso relativo

• è un pronome/avverbio relativo che si trova in una frase non relativa (di solito una principale, ma non solo)
• si trova sempre all’inizio della frase (dopo un punto, punto e virgola, due punti)

NB: non tutti i relativi all’inizio di frase sono nessi relativi!

• equivale a un pronome non relativo (tipo is, ea, id)

La procedura per identificarlo e tradurlo è la seguente:

• verificare che il relativo si trovi effettivamente in una frase non relativa
• cancellarlo e sostituirlo con is nello stesso genere, numero e caso.

NB: in realtà il nesso relativo è un problema (come al solito) dell’italiano più che del latino, poiché in italiano la posizione di referente+relativo è obbligatoria (referente antecedente), mentre in latino non lo è; nella maggioranza dei casi, il nesso relativo dipende dal fatto che in italiano è sintatticamente più comodo mettere una punteggiatura forte davanti al relativo latino, e quindi tradurlo come se non fosse tale.