Top menu

2008_controlucemn_w.jpg2011_forza-del-vento_w.jpg2012_tre-alberi_w.jpg2008_oltreorizzonte_w.jpg2009_toscanasera_w.jpg2011_marina_w.jpg2009_tramonto_w.jpg2009_sottobosco_w.jpg2011_settembre_w.jpg2009_stagno_w.jpg2011_paes-invernale-1_w.jpg2009_sorgere_w.jpg2009_mantovainrosso_w.jpg2007_grandepino_w.jpg2011_schiumadonda_w.jpg2009_tramonto2_w.jpg2012_campo-papaveri_w.jpg2012_squarcio-di-luce_w.jpg2010_temporale_w.jpg2008_acquitrino_w.jpg2009_incendio_w.jpg2011_cespuglio_w.jpg2012_nebbia-su-mantova_w.jpg2010_steppa_w.jpg2011_paes-invernale-2_w.jpg

inventio

L’inventio consiste nella ricerca e nella scelta dei materiali (testi e idee) da utilizzare per la redazione dei testi. Nel tema tradizionale è quasi interamente affidata alla iniziativa di chi scrive, mentre nel saggio (tesina) richiede un più o meno intenso lavoro di reperimento e selezione delle fonti (le quali nel cosiddetto saggio breve, per ovvi motivi logistici, sono invece riportate nella traccia assegnata per lo svolgimento in classe).


Saggio breve

• leggi velocemente i testi proposti (dal primo all’ultimo)
• sottolinea in ciascun testo le parole chiave e le espressioni significative
• rileggi più attentamente, a partire dal testo più stimolante
• cerca di dargli un intitolo e di riassumerlo in concetti sintetici (quel che dicono, ma soprattutto quel che dicono per te)
•  ripercorri gli altri testi in ordine sparso (per associazione di idee, parole chiave, concetti simili o contrapposti), lasciandoti guidare dal primo riassunto
• intitola e riassumi come il primo ciascuno degli altri testi (anche quelli che hai deciso di scartare: non si sa mai)
• nel frattempo, annota i possibili titoli che ti vengono in mente per il tuo tema
• scegli uno dei titoli appuntati (o un altro) e ponilo come titolo provvisorio (il titolo definitivo, ovviamente, lo sceglierai solo alla fine).

Tema tradizionale

• in mancanza di testi forniti dalla traccia, l’inventio dovrai farla soltanto traendo spunti e idee dalla memoria e dal ragionamento
• il modo migliore è procedere anzitutto con lo smontaggio minuzioso del testo della traccia, per individuare nei dettagli come è articolato l’argomento e che cosa ti è richiesto per svolgerla adeguatamente
• quindi puoi procedere al cosiddetto brainstorming (= tempesta di cervello), che consiste nell’annotare su un foglio (o su postit) tutte le idee che ti vengono in mente leggendo la traccia, senza fare nessuna selezione preventiva
• quando avrai annotato almeno 15/20 punti, puoi procedere a valutare la loro pertinenza e utilità, cancellando via via quelli che ti sembrano superflui, e aggiungendo altre idee che ti vengono in mente durante la valutazione
• a questo punto le idee che rimangono dopo la selezione puoi cominciare a disporle secondo un ordine sensato che potrebbero avere nel tema: ma qui siamo già all’operazione successiva (dispositio).