Top menu

2009_tramonto_w.jpg2011_marina_w.jpg2009_tramonto2_w.jpg2009_toscanasera_w.jpg2009_sorgere_w.jpg2011_schiumadonda_w.jpg2010_steppa_w.jpg2011_settembre_w.jpg2008_controlucemn_w.jpg2008_acquitrino_w.jpgquomodo-testata-blog.jpg2008_oltreorizzonte_w.jpg2011_paes-invernale-1_w.jpg2012_campo-papaveri_w.jpg2007_grandepino_w.jpg2011_cespuglio_w.jpg2011_forza-del-vento_w.jpg2009_stagno_w.jpg2009_sottobosco_w.jpg2010_temporale_w.jpg2009_incendio_w.jpg2012_tre-alberi_w.jpg2012_squarcio-di-luce_w.jpg2009_mantovainrosso_w.jpg2012_nebbia-su-mantova_w.jpg2011_paes-invernale-2_w.jpg

Presente senza vita

Noi non ci atteniamo mai al presente. Anticipiamo l’avvenire come troppo lento a giungere, quasi per affrettarne il corso; oppure ci ricordiamo il passato, per fermarlo come troppo fugace. Il presente non è mai il nostro fine; il passato e il presente soni nostri mezzi; solo l’avvenire è il nostro fine. Così non viviamo mai, ma speriamo di vivere e, preparandoci sempre ad esser felici, è inevitabile che non siamo mai tali.

Blaise Pascal
dai Pensieri