Top menu

2009_mantovainrosso_w.jpg2012_squarcio-di-luce_w.jpg2009_stagno_w.jpg2009_incendio_w.jpg2011_paes-invernale-2_w.jpg2009_sorgere_w.jpg2011_paes-invernale-1_w.jpg2010_temporale_w.jpg2012_tre-alberi_w.jpg2012_nebbia-su-mantova_w.jpg2011_schiumadonda_w.jpg2011_cespuglio_w.jpg2008_controlucemn_w.jpg2008_oltreorizzonte_w.jpg2009_toscanasera_w.jpg2011_marina_w.jpg2009_tramonto_w.jpg2009_sottobosco_w.jpg2012_campo-papaveri_w.jpg2011_settembre_w.jpg2009_tramonto2_w.jpg2010_steppa_w.jpg2007_grandepino_w.jpgquomodo-testata-blog.jpg2011_forza-del-vento_w.jpg2008_acquitrino_w.jpg

Romanziere interpretativo

Se dovessi dare una definizione di romanziere, azzarderei questa: romanziere è colui che fa dell’immagine trovata nella realtà il commento e l’interpretazione. E cosa importa, quindi, della coincidenza, che tanto ha angustiato e ancora tormenta le patrie lettere, tra finzione narrativa e il reale?

Alessandro Spina
Giornale di Brescia, 08.10.2012, p. 21