Top menu

2009_tramonto2_w.jpg2012_squarcio-di-luce_w.jpg2011_settembre_w.jpg2009_sorgere_w.jpg2012_tre-alberi_w.jpg2009_sottobosco_w.jpg2009_mantovainrosso_w.jpg2011_forza-del-vento_w.jpg2011_cespuglio_w.jpg2010_steppa_w.jpgquomodo-testata-blog.jpg2009_stagno_w.jpg2012_nebbia-su-mantova_w.jpg2011_marina_w.jpg2008_controlucemn_w.jpg2010_temporale_w.jpg2008_acquitrino_w.jpg2011_schiumadonda_w.jpg2007_grandepino_w.jpg2008_oltreorizzonte_w.jpg2011_paes-invernale-2_w.jpg2009_tramonto_w.jpg2011_paes-invernale-1_w.jpg2009_incendio_w.jpg2009_toscanasera_w.jpg2012_campo-papaveri_w.jpg

Banalità incalzante

L’Italia era e resta per me il Paese della cultura. Ho viaggiato molto, nessun'altra nazione ha altrettanta sostanza artistica. Anche se spesso viene celata dalla volgarità, dal degrado. Il raggio del banale si sta allargando. Bisogna reagire.

Roman Vlad (compositore rumeno-italiano)