Top menu

quomodo-testata-blog.jpg2007_grandepino_w.jpg2009_incendio_w.jpg2011_paes-invernale-1_w.jpg2012_tre-alberi_w.jpg2010_temporale_w.jpg2010_steppa_w.jpg2011_marina_w.jpg2012_nebbia-su-mantova_w.jpg2009_tramonto_w.jpg2009_tramonto2_w.jpg2012_squarcio-di-luce_w.jpg2011_cespuglio_w.jpg2012_campo-papaveri_w.jpg2008_controlucemn_w.jpg2011_forza-del-vento_w.jpg2008_acquitrino_w.jpg2008_oltreorizzonte_w.jpg2009_sottobosco_w.jpg2009_toscanasera_w.jpg2011_settembre_w.jpg2011_schiumadonda_w.jpg2009_mantovainrosso_w.jpg2011_paes-invernale-2_w.jpg2009_sorgere_w.jpg2009_stagno_w.jpg

12 items tagged "sé"

Risultati 1 - 12 di 12

Memoria d’oblio

Category: Pensierini della sera
Creato il Martedì, 10 Settembre 2013 22:28

Ecco perché la parte migliore della nostra memoria è fuori di noi, nel soffiare d'un vento di pioggia, nell'odor di rinchiuso d'una camera o nell'odore d'una prima fiammata, dovunque ritroviamo di noi stessi quel che la nostra intelligenza, non sapendo come impiegarlo, aveva disprezzato: l'ultima riserva del passato, la migliore, quella che, quando tutte le nostre lacrime sembrano esaurite, sa farci piangere ancora. Fuori di noi? In noi, per meglio dire, ma sottratta ai nostri stessi sguardi, in un oblio più o meno prolungato.

Marcel Proust (1871-1922)
da Alla ricerca del tempo perduto

Musica traditrice

Category: Pensierini della sera
Creato il Lunedì, 09 Settembre 2013 21:33

Nulla vi è di così sensibile, brutale o scatenato dalla rabbia che la musica, finché se ne prolunghi l’eco, non trasformi nella sua stessa natura. Colui che non può contare su alcuna musica dentro di sé, e non si lascia intenerire dall’armonia concorde di suoni dolcemente modulati, è pronto al tradimento, agli inganni e alla rapina: i moti dell’animo suo sono oscuri come la notte e i suoi affetti tenebrosi come l’Erebo. Nessuno fidi mai in un uomo simile.

William Shakespeare
dal Mercante di Venezia

Io pericoloso

Category: Pensierini della sera
Creato il Giovedì, 05 Settembre 2013 10:37

Dell'io il mondo si cura meno di tutto, e per un uomo la cosa più pericolosa è mostrare di possederlo.

Soeren Kierkegaard
da La malattia mortale

Io impermeabile

Category: Pensierini della sera
Creato il Giovedì, 05 Settembre 2013 10:33

L'io è un guscio impermeabile. Che ingigantisce la percezione di sé e rende trascurabile quella degli altri. Più si è sovrani assoluti di questo piccolissimo universo, e più ci si crede al centro del mondo. Ed è in questa forma - o sarebbe meglio dire deformazione - che si declinano tutte le stagioni della vita. Dall'infanzia alla vecchiaia.

Irène Némirovsky
(scrittrice russa-francese del '900),
da Giorno d'estate

Visione inversa

Category: Pensierini della sera
Creato il Giovedì, 05 Settembre 2013 10:27

Si è spinti irresistibilmente a credere che non si è mai visti dagli altri quando non si vede nessuno; come i bambini, che chiudono gli occhi per non essere veduti.

Georg Christoph Lichtenberg

Vita smemorata

Category: Pensierini della sera
Creato il Giovedì, 05 Settembre 2013 10:25

Voi desiderate qualche mia nota biografica, ed io mi trovo molto imbarazzato a fornirvela e questo, mio caro amico, per la semplice ragione che ho dimenticato di vivere. L’ho dimenticato al punto da non saper dir niente della mia vita. Potrei dirvi che non la vivo ma che la scrivo, di modo che se voi volete sapere qualche cosa di me, potrei rispondervi: aspettate un po’ mio caro Crémiex che mi rivolgo ai miei personaggi. Forse saranno in grado di fornirmi qualche indicazione su me stesso.

Luigi Pirandello
da una lettera a Benjamin Crémiex (1933)

Come appena nati

Category: Pensierini della sera
Creato il Giovedì, 05 Settembre 2013 10:06

Ogni giorno cercherò di imparare qualcosa di nuovo su me stesso e su di voi e sul mondo in cui vivo, per poter continuare a fare l’esperienza delle cose, come se fossero appena nate.

Leo Buscaglia

Io riflesso

Category: Pensierini della sera
Creato il Domenica, 01 Settembre 2013 13:37

Chi conosce bene se stesso impara a conoscere bene anche gli altri. È tutto un gioco di riflessione.

Georg Christoph Lichtenberg

Identità socratica

Category: Pensierini della sera
Creato il Domenica, 01 Settembre 2013 13:34

Socrate rimase sempre Socrate, capacità che possiedono ben pochi: prima sono bambini poi diventano uomini, e quando sono diventati uomini si trasformano in politici, condottieri, poeti, eroi o altro, non sono mai se stessi.

Friedrich Duerrenmatt

Destino industriale

Category: Pensierini della sera
Creato il Domenica, 01 Settembre 2013 10:00

La sorte degli uomini non solo è diversa tra uomo e uomo, ma etiam in sé medesimo, perché sará uno fortunato in una cosa e infortunato in un’altra. Sono stato felice io in quelli guadagni che si fanno sanza capitale con la industria sola della persona, negli altri infelice: con difficultá ho avuto le cose quando l’ho cercate; le medesime non le cercando, mi sono corse drieto.

Francesco Guicciardini
dai Ricordi, II 85

Uccidere il doppio

Category: Pensierini della sera
Creato il Domenica, 01 Settembre 2013 09:56

Non c'è altro da uccidere in questa vita che il nemico interiore, il doppio dal nucleo duro. Dominarlo è un’arte. Ma fino a che punto siamo artisti?

dal film Ho ucciso mia madre
di Xavier Dolan (2009)

Essere e silenzio

Category: Pensierini della sera
Creato il Domenica, 01 Settembre 2013 09:51

Non mi possiedo abbastanza per appartenere con certezza all’assoluto e per avanzare senza esitazioni verso il silenzio dell’essere.

Glenn Gould