Top menu

2011_paes-invernale-2_w.jpg2012_tre-alberi_w.jpg2007_grandepino_w.jpg2009_tramonto_w.jpg2011_settembre_w.jpg2009_mantovainrosso_w.jpg2009_sorgere_w.jpg2008_oltreorizzonte_w.jpg2011_marina_w.jpg2011_cespuglio_w.jpg2008_acquitrino_w.jpg2012_campo-papaveri_w.jpg2010_steppa_w.jpg2012_squarcio-di-luce_w.jpg2009_tramonto2_w.jpg2010_temporale_w.jpg2009_toscanasera_w.jpg2011_schiumadonda_w.jpg2009_stagno_w.jpg2009_sottobosco_w.jpg2009_incendio_w.jpg2011_paes-invernale-1_w.jpgquomodo-testata-blog.jpg2008_controlucemn_w.jpg2012_nebbia-su-mantova_w.jpg2011_forza-del-vento_w.jpg

5 items tagged "passioni"

Risultati 1 - 5 di 5

Elasticità delle passioni

Category: Pensierini della sera
Creato il Lunedì, 16 Dicembre 2013 15:24

Il tempo di cui disponiamo ogni giorno è elastico: le passioni che proviamo lo dilatano, quelle che ispiriamo lo restringono, e l'abitudine lo riempie.

Marcel Proust, da All'ombra delle fanciulle in fiore

Passioni e parole

Category: Pensierini della sera
Creato il Martedì, 10 Settembre 2013 22:33

Scrivere dei mali del mondo, o del diktat che ci impone il corpo, per me ha un solo scopo: se tutte queste passioni riesco a farle mie attraverso le parole, è come se riuscissi a trovare uno spazio di manovra per non sentirmi più vittima di fronte alla morte, acquisendo la consapevolezza di una dimensione ermetica. [...] Il dolore non è una cosa che càpita a te: diventa te.

David Grossman (scrittore israeliano)
dal Giornale di Brescia, 06.11.2012, p. 53

Pericolo necessario

Category: Pensierini della sera
Creato il Martedì, 10 Settembre 2013 22:33

Si parlò delle passioni. «Ah, quanto sono funeste», diceva Zadig. «Sono i venti che gonfiano le vele del vascello - ribatté l'eremita; - qualche volta lo fanno affondare; ma senza di loro non potrebbe navigare. Tutto è pericoloso in questo mondo, e tutto è altrettanto necessario».

François Marie Arouet de Voltaire
da Zadig o del destino, “L’eremita”

Matematica e passioni

Category: Pensierini della sera
Creato il Lunedì, 09 Settembre 2013 21:36

L’uomo è confinato nei limiti angusti del corpo, come in una prigione, ma la matematica lo libera, e lo rende più grande dell’intero universo. Sballottato qua e là, senza meta, dalla tempesta delle passioni, la matematica gli restituisce la pace interiore, risolvendo armoniosamente i moti opposti dell’anima, e riconducendola, sotto la guida della ragione, all’accordo e all’armonia.

Pietro Ramo (umanista francese del sec. XVI)
da Institutiones dialecticae

In medio virtus

Category: Pensierini della sera
Creato il Lunedì, 09 Settembre 2013 19:10

Io chiamo dunque posizione di mezzo di una cosa quella che dista egualmente da ciascuno degli estremi, ed essa è una sola e identica in tutte le cose; e chiamo posizione di mezzo rispetto a noi ciò che non eccede né fa difetto. Se noi proviamo quelle passioni quando si deve, allo scopo e nel modo che si deve, allora saremo nel mezzo e nell’eccellenza che sono propri della virtù. La virtù dunque riguarda le passioni e le azioni, nelle quali s’incontra l’errore dell’eccesso e il biasimo del difetto, la virtù è una certa medietà che ha come scopo il giusto mezzo. L’eccesso e il difetto son propri del vizio, la medietà è propria della virtù.

Aristotele, da Etica Nicomachea