2009_sottobosco_w.jpg2009_stagno_w.jpg2009_toscanasera_w.jpgquomodo-testata-blog.jpg2012_squarcio-di-luce_w.jpg2011_cespuglio_w.jpg2011_forza-del-vento_w.jpg2009_sorgere_w.jpg2008_acquitrino_w.jpg2008_controlucemn_w.jpg2012_nebbia-su-mantova_w.jpg2011_schiumadonda_w.jpg2011_paes-invernale-1_w.jpg2010_temporale_w.jpg2009_tramonto_w.jpg2009_tramonto2_w.jpg2009_incendio_w.jpg2010_steppa_w.jpg2012_campo-papaveri_w.jpg2008_oltreorizzonte_w.jpg2011_marina_w.jpg2009_mantovainrosso_w.jpg2012_tre-alberi_w.jpg2011_settembre_w.jpg2007_grandepino_w.jpg2011_paes-invernale-2_w.jpg

5 items tagged "identità"

Risultati 1 - 5 di 5

Equilibrismi recitativi

Category: Pensierini della sera
Creato il Domenica, 14 Settembre 2014 15:24

Fare teatro è come camminare su una corda tesa tra due edifici; al cinema invece la corda è dipinta sul pavimento: se cammini non cadi, puoi sempre ricominciare. Ma su una corda sospesa no, quando parti parti, così è il teatro.

Al Pacino

Rilassamento teologico

Category: Pensierini della sera
Creato il Lunedì, 16 Dicembre 2013 15:24

Dio c'è, ma non sei tu: quindi rilassati!

Matteo Renzi

Ritmo di tamburi

Category: Pensierini della sera
Creato il Martedì, 10 Settembre 2013 22:54

Se un uomo non tiene il passo con i compagni, forse questo accade perché ode un diverso tamburo. Lasciatelo camminare secondo la musica che sente, qualunque sia il suo ritmo o per quanto sia lontana.

Henry David Thoreau
da Walden o La vita nei boschi

Identità fantasmatica

Category: Pensierini della sera
Creato il Martedì, 10 Settembre 2013 22:33

Chi è il pazzo di noi due? Eh, lo so: io dico: «tu», e tu col dito indichi me. - Va’ là, che così a tu per tu, ci conosciamo bene noi due! - Il guajo è che, come ti vedo io, non ti vedono gli altri! E allora, caro mio, che diventi tu? Un fantasma, caro, un fantasma! - Eppure, vedi questi pazzi? Senza badare al fantasma che portano con sé, in se stessi, vanno correndo, pieni di curiosità, dietro il fantasma altrui! E credono che sia una cosa diversa.

Luigi Pirandello
da Così è (se vi pare), atto II scena 3ª

Vita libresca

Category: Pensierini della sera
Creato il Giovedì, 05 Settembre 2013 10:26

Ogni libro finisce, eccetto quello della vita, che, nello svolgersi delle sue varie parti, cresce a spirale con un raggio sempre più largo. Perciò, mentre ad un’occhiata superficiale ogni segmento può apparire diverso dagli altri, in realtà tutti riconducono all’identico centro di partenza.

Rabindranath Tagore (poeta indiano)
da Ricordi di vita