Top menu

2011_schiumadonda_w.jpg2012_tre-alberi_w.jpg2009_tramonto2_w.jpg2009_sorgere_w.jpg2011_cespuglio_w.jpgquomodo-testata-blog.jpg2011_settembre_w.jpg2012_campo-papaveri_w.jpg2009_incendio_w.jpg2012_nebbia-su-mantova_w.jpg2009_stagno_w.jpg2010_temporale_w.jpg2009_toscanasera_w.jpg2011_marina_w.jpg2009_mantovainrosso_w.jpg2007_grandepino_w.jpg2011_paes-invernale-1_w.jpg2010_steppa_w.jpg2008_controlucemn_w.jpg2011_forza-del-vento_w.jpg2011_paes-invernale-2_w.jpg2008_oltreorizzonte_w.jpg2012_squarcio-di-luce_w.jpg2009_tramonto_w.jpg2009_sottobosco_w.jpg2008_acquitrino_w.jpg

5 items tagged "destino"

Risultati 1 - 5 di 5

Mondo a specchio

Category: Pensierini della sera
Creato il Martedì, 10 Settembre 2013 22:40

Omnis mundi creatura
quasi liber et pictura
nobis est in speculum;
nostrae vitae, nostrae mortis,
nostri status, nostrae sortis
fidele signaculum.

[Ogni creatura del mondo,
come un libro o una miniatura,
è per noi uno specchio:
della nostra vita, della nostra morte,
della nostra condizione, del nostro destino
simbolo fedele.]

Alano di Lilla (1125-1202)

Vaghi de caffè

Category: Pensierini della sera
Creato il Lunedì, 09 Settembre 2013 19:13

L’ommini de sto monno so’ l’istesso
che vaghi de caffè ner macinino:
ch’uno prima, uno doppo, e un antro appresso,
tutti quanti però vanno a un distino.

Spesso muteno sito, e caccia spesso
er vago grosso er vago piccinino,
e s’incarzeno tutti in su l’ingresso
der ferro che li sfragne in porverino.

E l’ommini accusì vivono ar monno
misticati pe mano de la sorte
che se li gira tutti in tonno in tonno;

e movennose ognuno, o piano, o forte,
senza capillo mai caleno a fonno
pe cascà ne la gola de la morte.

Giuseppe G. Belli
"Er caffettiere filosofo", dai Sonetti

Arte dilettantesca

Category: Pensierini della sera
Creato il Giovedì, 05 Settembre 2013 10:12

Sono gli scrittori e gli artisti mancati, e che non scrivono, non dipingono e non scolpiscono, quelli che non la fanno mai finita a magnificare la potenza dell'idioma, e il piacere di trattare lo scalpello o il pennello. L'artista vero, che conosce il mestiere e gli strumenti, è più facile sia tutto pieno del senso della imperfezione di tali strumenti, e della propria incapacità a servirsene; e magari bestemmi il destino che l'ha fatto artista, mentre più ardentemente si sacrifica a cotesto destino. Il roseo compiacimento del proprio lavoro è esclusivo retaggio dei dilettanti.

Emilio Cecchi,
da Scrittori inglesi e americani,
"Indiscrezioni su J. Conrad"

Destino industriale

Category: Pensierini della sera
Creato il Domenica, 01 Settembre 2013 10:00

La sorte degli uomini non solo è diversa tra uomo e uomo, ma etiam in sé medesimo, perché sará uno fortunato in una cosa e infortunato in un’altra. Sono stato felice io in quelli guadagni che si fanno sanza capitale con la industria sola della persona, negli altri infelice: con difficultá ho avuto le cose quando l’ho cercate; le medesime non le cercando, mi sono corse drieto.

Francesco Guicciardini
dai Ricordi, II 85

Vita e destino

Category: Pensierini della sera
Creato il Domenica, 01 Settembre 2013 09:42

Verum ego, qui non annos meos sed victorias numero, si munera fortunae bene conputo, diu vixi.
[Io non calcolo i miei anni ma le mie vittorie: se conto bene i doni del destino, ho vissuto tantissimo].

Alessandro Magno
(da Curzio Rufo)