2009_incendio_w.jpg2009_tramonto2_w.jpg2010_temporale_w.jpg2007_grandepino_w.jpg2011_paes-invernale-2_w.jpg2011_settembre_w.jpg2012_tre-alberi_w.jpg2009_mantovainrosso_w.jpg2010_steppa_w.jpg2012_campo-papaveri_w.jpg2008_acquitrino_w.jpg2009_tramonto_w.jpg2011_cespuglio_w.jpg2009_sorgere_w.jpg2011_paes-invernale-1_w.jpg2009_toscanasera_w.jpg2009_sottobosco_w.jpgquomodo-testata-blog.jpg2012_squarcio-di-luce_w.jpg2011_marina_w.jpg2011_forza-del-vento_w.jpg2011_schiumadonda_w.jpg2012_nebbia-su-mantova_w.jpg2009_stagno_w.jpg2008_controlucemn_w.jpg2008_oltreorizzonte_w.jpg

4 items tagged "corpo"

Risultati 1 - 4 di 4

Amore parodia

Category: Pensierini della sera
Creato il Martedì, 10 Settembre 2013 22:33

Amare, per le nostre donne, è giocare a mentire, come i bambini giocano a nascondersi; orrenda dissolutezza del cuore, peggio di tutta la lubricità romana ai saturnali di Priapo; parodia bastarda del vizio stesso come della virtù; commedia sorda e bassa, dove tutto viene sussurrato e considerato a sguardi obliqui, dove tutto è piccolo, elegante e deforme, come in quei mostri di porcellana che sono importati dalla Cina; derisione pietosa di quello che c’è al mondo di bello e di brutto, di divino e d'infernale; ombra senza corpo, scheletro di tutto ciò che Dio ha fatto.

Alfred de Musset,
da La confessione di un figlio del secolo

Fine del naso

Category: Pensierini della sera
Creato il Martedì, 10 Settembre 2013 22:33

È provato che le cose non potrebbero stare altrimenti: essendo tutto quanto creato in vista di un fine, tutto è necessariamente inteso al fine migliore. I nasi, notate, son fatti per regger gli occhiali: e noi infatti abbiamo gli occhiali. Le gambe non è chi non veda come siano istituite per essere calzate: e noi abbiamo appunto le calzature. Lo scopo delle pietre è di esser tagliate e murate in castelli: e Sua Grazia possiede precisamente un castello bellissimo. Ne consegue che coloro i quali hanno affermato che tutto va bene, han detto una castroneria. Bisognava dire che meglio di così non potrebbe andare.

François Marie Arouet de Voltaire
da
Candido o l’ottimismo

Passioni e parole

Category: Pensierini della sera
Creato il Martedì, 10 Settembre 2013 22:33

Scrivere dei mali del mondo, o del diktat che ci impone il corpo, per me ha un solo scopo: se tutte queste passioni riesco a farle mie attraverso le parole, è come se riuscissi a trovare uno spazio di manovra per non sentirmi più vittima di fronte alla morte, acquisendo la consapevolezza di una dimensione ermetica. [...] Il dolore non è una cosa che càpita a te: diventa te.

David Grossman (scrittore israeliano)
dal Giornale di Brescia, 06.11.2012, p. 53

Matematica e passioni

Category: Pensierini della sera
Creato il Lunedì, 09 Settembre 2013 21:36

L’uomo è confinato nei limiti angusti del corpo, come in una prigione, ma la matematica lo libera, e lo rende più grande dell’intero universo. Sballottato qua e là, senza meta, dalla tempesta delle passioni, la matematica gli restituisce la pace interiore, risolvendo armoniosamente i moti opposti dell’anima, e riconducendola, sotto la guida della ragione, all’accordo e all’armonia.

Pietro Ramo (umanista francese del sec. XVI)
da Institutiones dialecticae