2011_paes-invernale-1_w.jpg2012_squarcio-di-luce_w.jpg2008_acquitrino_w.jpg2009_tramonto2_w.jpg2009_stagno_w.jpg2011_marina_w.jpgquomodo-testata-blog.jpg2008_controlucemn_w.jpg2007_grandepino_w.jpg2012_tre-alberi_w.jpg2009_incendio_w.jpg2009_tramonto_w.jpg2011_settembre_w.jpg2009_toscanasera_w.jpg2010_steppa_w.jpg2011_forza-del-vento_w.jpg2009_sorgere_w.jpg2011_schiumadonda_w.jpg2010_temporale_w.jpg2011_cespuglio_w.jpg2009_mantovainrosso_w.jpg2009_sottobosco_w.jpg2012_nebbia-su-mantova_w.jpg2008_oltreorizzonte_w.jpg2012_campo-papaveri_w.jpg2011_paes-invernale-2_w.jpg

blog 4ªC

HIMYM

Recentemente ho finito di guardare la serie tv How I met your mother (titolo italiano E alla fine arriva mamma!).Ted Mosby (Josh Radnor, il protagonista, racconta, nel 2030, ai suoi figli, di come ha conosciuto la loro mamma. Il suo racconto si articola in nove stagioni da circa 20 puntate ciascuna. Solo nell'ultima stagione si scopre chi è la mamma, ma si capirà presto che alla fine lei non è il fulcro del racconto. La mamma è infatti un espediente per raccontare la vita dei cinque amici protagonisti: Ted, Robin, Marshall, Lily, Barney.

Leggi tutto...

La Ferrari può sognare

Seconda vittoria stagionale per Sebastian Vettel, che dopo Melbourne ha tagliato per primo il traguardo anche in Bahrain, precedendo sul podio i due piloti del team Mercedes Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Podio che rispecchia la classifica piloti, con i primi due separati da un distacco di soli sette punti.

Gara perfetta e all'insegna dell'equilibrio per Vettel, che dopo aver tallonato per dieci giri Bottas, partito dalla pole, ha azzeccato un undercut che poteva costargli caro a seguito dell'uscita della safety car, a causa di un incidente in uscita box tra Sainz e Stroll. Fortunatamente, il pilota Ferrari è riuscito a tornare in pista per primo e a mettersi in testa dietro la safety car.

Leggi tutto...

L'uomo in Fuga

L'uomo in fuga (titolo originale The Running Man) è un romanzo di fantascienza scritto da Stephen King e pubblicato con lo pseudonimo di Richard Bachman nel 1982.
Il romanzo è strutturato in 101 capitoli intitolati, come un conto alla rovescia, da "Meno 100..." a "... 000".

In una cinica America di un futuro molto lontano, precisamente nell'anno 2025, la società vive divisa fra povertà estrema ed immensa ricchezza, analfabetismo,disoccupazione,inquinamento atmosferico ormai irreparabile, malattie croniche e degrado. Le menti dei cittadini sono dominate dalla tri-vu (televisione tridimensionale) che ogni famiglia è obbligata a tenere in casa e che per quasi tutte e 24 le ore del giorno trasmette giochi e show atti a generare sentimenti di odio e ilarità.
Ben Richards, 28 anni, ha disperatamente bisogno di soldi per curare la figlia malata, quindi decide di partecipare a un sadico, seguitissimo reality show, "L'uomo in fuga". Ogni concorrente deve riuscire a sottrarsi alla caccia spietata dei gladiatori della rete, della polizia e di chiunque lo riconosca, per un mese. Intasca cento dollari per ogni ora di sopravvivenza e, se è ancora vivo alla fine dei trenta giorni, un miliardo di dollari. Per Ben vincere significherebbe una vita da nababbo, per sé e per la figlia. Sfortunatamente pochi ce la fanno. Anzi, in sei anni, nessuno è mai sopravvissuto.

Leggi tutto...

Déjà vu

Il Déjà vu, la sensazione di esserci già passati, di aver già vissuto un determinato momento, forse in un sogno o forse in una vita passata. Lo sperimentano il 60-80% delle persone, ed è uno dei fenomeni più affascinanti e misteriosi in cui ci si imbatte. Le sue origini non sono ancora del tutto chiare, perché studiarlo in laboratorio è praticamente impossibile (non arriva "a comando"), per spiegarlo sono state  state messe in campo diverse teorie, da quella del "corto circuito" cerebrale, all'ipotesi di un falso ricordo, fino a una sorta di errore di ripescaggio o codifica di certe esperienze.

Una nuova risposta arriva dall'Università di Sant'Andrews, in Scozia: il déjà vu non sarebbe un falso o mancato ricordo bensì la prova del fatto che il cervello sta verificando i ricordi acquisiti.

Leggi tutto...

10 Reasons Why

Tredici: 13 Reasons Why è una serie televisiva lanciata da Netflix, tratta dall'omonimo bestseller di Jay Asher, pubblicato in Italia dalla Mondadori e prodotta da Selena Gomez, che ha debuttato poco più di una settimana fa su Netflix. La prima stagione del telefilm, considerato imparagonabile a qualsiasi altra serie, ha sollevato molte domande interessanti sul mondo degli adolescenti di oggi i cui drammi sembrano ancora più crudi di un tempo. 

Hannah Baker si è tagliata le vene e si è lasciata morire in una vasca da bagno a soli diciassette anni. Non ha lasciato alcun biglietto d'addio, nessuna lettera per spiegare ai genitori le ragioni del suo gesto. Ha invece lasciato sette audiocassette, di quelle che si ascoltano con un walkman che nessuno utilizza più, registrandole fronte e retro per un totale di tredici nastri. Le ha numerate con uno smalto per unghie azzurro, le ha messe in una scatola, e le ha spedite al primo di una lista che conta tredici colpevoli.

Leggi tutto...

Immagini di una Terra notturna

Circa venticinque anni fa iniziarono a suscitare la curiosità e l'interesse di molte persone la pubblicazione di immagini satellitari della Terra vista di notte, che presentavano come l'uomo si è insediato sul pianeta. Queste foto all'inizio venivano pubblicate con una cadenza di qualche anno, oggi, con l'aiuto delle ultime tecnologie, Miguel Roman, ricercatore della Nasa, si è posto l'obbiettivo di pubblicarle ogni anno, magari pure ogni mese, o persino ogni giorno. Dal 2011 sta infatti mettendo a punto nuovi software per ottenere delle immagini sempre più nitide.

Il ricercatore deve tenere anche conto degli elementi che possono alterare la qualità dei suoi scatti, come le nuvole, la neve, il ghiaccio e la luce riflessa della Luna. Roman e i suoi colleghi sono riusciti a trovare una soluzione veloce a questo problema, ovvero un sistema di radiometria all'infrarosso presente nel satellite Suomi NPP, capace di rilevare fotoni di luce riflessa dalla superficie terrestre e dall'atmosfera in 22 diverse lunghezze d'onda, permettendo ai ricercatori di distinguere le diverse fonti di luce.

Leggi tutto...

Un satellite di Saturno potrebbe ospitare vita

Dopo i sette pianeti aventi le caratteristiche per essere abitati da forme di vita, poco fa c'è stata un'altra scoperta sensazionale, stavolta riguardante un corpo celeste molto più vicino alla Terra.

Parliamo infatti di Saturno, precisamente di una delle sue lune, Encelado. Questo satellite presenta una crosta ghiacciata spessa circa 5km che copre un gigantesco oceano profondo tra i sessanta e i settanta chilometri, ma questo lo si sapeva già dal 2014. La novità, presentata dalla Nasa durante una conferenza, sarebbe la ipotetica presenza di sorgenti termali simili a quelli presenti nella Terra, individuate dalla sonda Cassini durante una missione.

Leggi tutto...

Campi di concentramento per omosessuali

In Cecenia c’è un campo di concentramento per persone omosessuali. Più di cento uomini arrestati e incarcerati illegalmente in un centro di prigionia ad Argun, una cittadina che dista circa quindici chilometri a est della capitale Grozny. Gli internati vengono sistematicamente torturati e picchiati a morte.

“Una campagna di persecuzione senza precedenti”,  scrive il giornale Novaya Gazeta, che per primo ha diffuso la notizia. L’associazione russa Rete LGBT ha raccolto circa trenta testimonianze dagli evasi, che raccontano di  torture con l’elettroshock, percosse per mezzo di tubi, stupri, detenuti restituiti alle famiglie un attimo prima di morire. Sono decine le morti sospette e almeno tre quelle accertate.

Leggi tutto...

Chi decide, io o il mio cervello?

Fino ad oggi la parola libero arbitrio ci ha sempre fatto pensare a un qualcosa che implica un dualismo nel nostro essere, dato da una mente da cui si originano i nostri pensieri e le nostre volontà e un corpo che esegue queste volontà. Ultimamente però, le neuroscienze stanno pian piano demolendo questo dualismo cartesiano a favore di una visione dell'uomo più fisicalista e deterministica, in cui la mente e il corpo sono la stessa cosa, in cui l'uomo stesso e il suo cervello sono la sua mente.

Questa nuova filosofia si è fatta sempre più vedere grazie ad alcune scoperte, prima su tutte quella riguardante il caso Gage. Nel 1848 Phineas Gage, uno sfortunato operaio delle ferrovie nordamericane, vide una sbarra metallica trapassare il suo cranio in un incidente, lesionandogli parte della regione prefrontale ventromediana. Gage non morì in questo incidente, ma a seguito di questo episodio mutò completamente la sua personalità: da caposquadra affidabile e tenace nel perseguimento dei suoi obbiettivi divenne insolente, poco riguardoso nei confronti dei suoi compagni, sempre pronto a elaborare programmi di attività future che abbandonava quasi subito. Proprio questo suo cambiamento di carattere comportò il licenziamento.

Leggi tutto...

Breve storia dei videogiochi

Nel 1958 viene costruito il primo videogioco della storia. Il programmatore era Willy Higinbotham che all'interno dello schermo di un'oscilloscopio permise di controllare un puntino luminoso che rimbalzava come una pallina da tennis. Nel 1962 invece lo studente del MIT Steve Russel programma il gioco Spacewar che consiste va in un gioco nel quale due giocatori si affrontano e devono distruggere la navicella avversaria senza finire in un buco nero. Dopo un pò di temo nel 1972 la Magnavox fece uscire l'Odissey la prima console per videogiochi. Nello stesso anno Nolan Bushnell fonda la ATARI e incomincia la commercializzazione del gioco Pong. Nel '70 in Giappone l'azienda Taito fa uscire Space invaders primo gioco nel quale ci sia una trama. Poco dopo, nel 1980, un'altra azienda giapponese, la NAMCO, fa uscire il gioco di Pac-Man. Nel 1986 la Nintendo si autoproclama leader indiscussa nel mondo dei videogiochi grazie all'uscita dei giochi platform (es. Super Mario Bros.). Nel 1992 esce Wolfenstein 3D che è il primo gioco con una navigazione tridimensionale dell'ambiente. Nel 1994 la Sony entra nel mercato con la Playstation che riscuotette un grande successo visto che i giochi erano in formato CD e non più cartucce, questo permetteva anche agli utenti di utilizzare la console come CD musicali.

Nel 2000 esce Playstation 2 e solo l'anno dopo esce X-box, dell'azienda informatica Microsoft. Questi consentono anche di vedere film, ma la cosa che li contraddistingue dai predecessori è la possibilità di collegarsi a internet e sfidare giocatori di tutto il mondo. In questo ventennio sono uscite molte console per i videogiocatori: la sony fece uscire la Playstation 3, la PSP (playstation portable), la ps vita e recentemente ha fatto uscire la PS 4; la Nintendo fa uscire la console portatile Nintendo DS composta da due schermi di cui uno touch-screen, fa uscire poco dopo la Wii console che seguiva i movimenti del videogioco e gli emulava all'interno di esso, negli ultimi due anni sono usciti il Nintendo 3DS e 2DS che cercano di migliorare la grafica 3D per un'esperienza più realistica, nel 2017 la Nintendo fa uscire lo Nintendo Switch che si può usare come console fissa o portatile; la Microsoft nel 2005 fa uscire l'Xbox 360, e nel 2016 dopo aver bloccato la produzione di questa console ed esce l'Xbox One.

Con l'evoluzione delle console si ha un'evoluzione nei giochi che diventano più realistici.

Per approfondire la storia dei videogiochi clicca qui o qui.

Storytelling

Baricco nella rappresentazione teatrale al Mantova lectures parla dell'impresa compiuta da Alessandro Magno. Con questa impresa Alessandro Magno arriva ai confini del mondo conosciuto e ha distrutto l'impero più potente del periodo. Per fare tutto questo ha dovuto convincere i suoi soldati verso un'impresa considerata impossibile. Per convincerli gli mostra come questa campagna di conquista é un mezzo per vendicarsi di coloro che un secolo prima avevano devastato i tempii. Nel modo in qui la racconta sembra una storia che convince i soldati a intraprendere questo progetto memorabile.

Questo uso della retorica viene chiamato storytelling e ha lo scopo di catturare l'attenzione e l'interesse del pubblico. Baricco fa l'esempio di come ha convinto la gente del passaggio di una cometa nonostante passasse il giorno dopo.

Leggi tutto...

Esche per lettori

Recentemente molto spesso si sente parlare sui social network della parola clickbait. Questo termine significa letteralmente esca da click, poiché esso è un meccanismo che si basa su titoli sensazionali, accattivanti e spesso anche non veritieri per poter aumentare il numero di visualizzazioni. Questo metodo crea nel lettore una grande curiosità verso l’argomento che il titolo propone, portandolo così a cliccarci sopra. Egli, entrato nella nuova pagina, scoprirà che il suo contenuto avrà poco in comune con quello che intendeva leggere.

Il fenomeno non è necessariamente legato alle fake news, ovvero alle notizie il cui contenuto porta disinformazione. Esso riguarda la forma, ma non il contenuto della notizia. La relazione tra i due avviene se quello che si ha letto o il titolo danno informazioni false. I clickbait possono essere di diversi tipi, in alcuni casi sono limitati ad enfatizzare il contenuto, mentre in altri lo stravolgono e prendono in giro il lettore.

Leggi tutto...