2011_paes-invernale-2_w.jpg2008_oltreorizzonte_w.jpg2011_forza-del-vento_w.jpg2007_grandepino_w.jpg2011_paes-invernale-1_w.jpg2009_toscanasera_w.jpg2009_sottobosco_w.jpg2012_nebbia-su-mantova_w.jpg2012_tre-alberi_w.jpg2009_tramonto2_w.jpg2009_tramonto_w.jpg2009_mantovainrosso_w.jpgquomodo-testata-blog.jpg2011_settembre_w.jpg2009_sorgere_w.jpg2012_campo-papaveri_w.jpg2011_cespuglio_w.jpg2012_squarcio-di-luce_w.jpg2008_controlucemn_w.jpg2009_incendio_w.jpg2009_stagno_w.jpg2010_steppa_w.jpg2011_marina_w.jpg2008_acquitrino_w.jpg2010_temporale_w.jpg2011_schiumadonda_w.jpg

blog 3ªC

Danni causati dai cellulari

Dopo molti anni di dibattito sui rischi per la salute derivanti dai telefoni cellulari, un recente rapporto finalmente fornisce delle risposte. Il rapporto completo è stato presentato di recente al Dipartimento di Telecomunicazioni dal Prof Girish Kumar del dipartimento IIT di Bombay di ingegneria elettrica. Kumar, che ha svolto approfondite ricerche sulle radiazioni del telefono cellulare e i suoi effetti, mette in guardia contro l'uso eccessivo dei telefoni cellulari perché espone gli utenti ad un aumento del rischio di cancro in generale, in particolare di tumore al cervello, e di molti altri rischi per la salute. Per i bambini la cosa è ancor più accentuata.

La causa di questo grande pericolo per la salute deriva dalle radiazioni dei telefoni cellulari e dai ripetitori.

Si è riscontrato in particolare:

- Un aumento del 400% del rischio di cancro al cervello tra gli adolescenti che usano per i telefoni cellulari. I bambini sono più vulnerabili alle radiazioni dei cellulari. Più piccolo è il bambino, tanto più profonda è la penetrazione della radiazione elettromagnetica perché il cranio dei bambini è più sottile.

- Un eccessivo uso dei telefoni cellulari può provocare il cancro a chiunque. L'uso dei cellulari per più di 30 minuti al giorno per 10 anni aumenta significativamente il rischio di cancro al cervello e neuroma acustico anche per gli adulti.
   
- La radiazione dei cellulari provoca danni irreversibili alla fertilità maschile. Diversi studi hanno rilevato un conteggio inferiore del 30% di spermatozoi nel liquido seminale degli utenti che fanno uso intensivo di telefoni cellulari.
 
- Le frequenze utilizzate dai cellulari possono causare danni

Leggi tutto...

Risiko per davvero!

                                                                     

"Un'azione che giustifica lo sviluppo di armamenti nucleari". Con queste parole Pyongyang commenta lo spregiudicato intervento americano in Siria facendo parlare di sé per l'ennesima volta. La risposta di Washington non si fa aspettare; facendo intendere come la politica di tolleranza intrapresa dall'amministrazione Obama sia finita, Trump invia una flotta militare nell'ovest Pacifico a rafforzamento delle contromisure già presenti. Non sono infatti una novità le dichiarazioni provocatorie e anti americane rilasciate dalla Corea del Nord così come non lo sono i numerosi test missilistici portati avanti dal dittatore Kim Jong-un e che a detta dei vicini Giappone e  Sud Corea rappresentano una minaccia per la pace mondiale. 

Leggi tutto...

Veganismo: moda o modo di essere?

Dagli anni Settanta ad oggi, il veganismo è diventato un vero e proprio fenomeno sociale che con gli anni ha coinvolto persone di ogni etnia e da ogni luogo. Originario della cultura hippy americana, questo movimento etico e filosofico in ambito animalista propone l'adozione di uno stile di vita proprio di una società basata idealmente su risorse non provenienti dal mondo animale. Il veganismo non è quindi una dieta da seguire, ma è piuttosto da considerare come uno modo di vivere rivoluzionario, che preveda l’esclusione non solo della carne, ma di qualsiasi altra cosa derivi dagli animali e ne implichi quindi lo sfruttamento.

In circa mezzo secolo, complice anche l’aumento del benessere, in occidente le persone coinvolte in questa rivoluzione sono state tantissime: si stima che nel nostro paese le persone vegane corrispondano a circa il tre percento della popolazione, che insieme ai vegetariani arrivano a toccare quota dieci percento. Quasi una persona su dieci, dunque, non mangia carne, ma tra polemiche e indifferenza per molti si tratta solo della moda del terzo millennio, che però, probabilmente, salverà il mondo.

Leggi tutto...

Sicurezza informatica

Sicurezza

Anche se la tecnologia e la digitalizzazione sta facendo grandi progressi, la sicurezza in questo settore è molto indietro. Ogni giorno vengono rubate carte di credito, password, informazioni top secret  dagli hacker, questo perché purtroppo nessun sistema è inviolabile. Infatti Kaspersky dice che un modo per rendere gli attacchi informatici meno frequenti sarebbe quello di rendere la protezione così elevata e affidabile che un attacco informatico diventerebbe più costoso di un attacco con i missili così da averne un ritorno negativo.

Un altro problema è che per contrastare questo problema sono necessari più informatici, ma purtroppo, quanto riportato dal Corriere Comunicazioni, i laureati in ingegneria informatica in America sono meno dei posti di lavoro vaganti, inoltre tra i laureati ci sarebbero alcuni che non hanno solide competenze a livello pratico, il quale li rende praticamente inutili. Inoltre gli intervistati affermano che lo stato non investe abbastanza per la formazione di esperti in sicurezza informatica.

Leggi tutto...

Tredici

La nuova serie tv di Netflix, Tredici, fa subito parlare di sé in ottica di sensibilizzazione al bullismo nelle scuole italiane. La serie racconta, infatti, la storia la storia di Clay Jensen, un ragazzo che al ritorno dalla scuola trova sulla porta di casa una misteriosa scatola con su scritto il suo nome. Nella scatola scopre delle cassette registrate da Hannah Baker, una compagna di classe per la quale aveva una cotta e che si è suicidata due settimane prima. Nelle registrazioni, Hannah spiega le tredici ragioni che l'hanno spinta a togliersi la vita. Si scopre poi che questi tredici motivi sono causati da azioni commesse da alcune persone e ognuna di esse dovrà ascoltare le cassette. Il contenuto di esse è semplicemente la voce di Hannah registrata da lei prima che morisse, ma dove lei parla come se stesse interagendo direttamente con la persona, in una sorta di futuro ipotetico dove lei è morta: infatti durante la registrazione lei sta progettando il suo suicidio.

Leggi tutto...

Piccoli musicisti crescono: Trombone Shorty

Trombone ShortyTroy Andrews è nato a New Orleans, nel 1986, e ha vissuto la sua infanzia nel quartiere di Tremé. La sua è una famiglia di musicisti, come quelle dei suoi vicini di casa e molte altre famiglie che vivono nella culla del jazz, e da piccolo si divertiva a giocare alla marching band insieme ai fratelli. In un intervista racconta che utilizzavano tutto ciò che capitava a tiro come strumento musicale: ad esempio una scatola di cartone veniva trasformata in varie percussioni oppure una ruota di ferro cava poteva diventare un tuba (“che io tenevo sulla spalla” aggiunge l’artista, 2008). Quindi si iniziava a marciare intorno all’isolato, attirando altri bambini e creando infine una grande processione (come facevano le famose Funeral bands).

Il talento precoce di Andrews lo porta già all’età di quattro anni ad avere le sue prime esperienze da musicista. Inizia con il trombone, strumento di cui è diventato un virtuoso e che gli ha dato il soprannome con il quale è diventato famoso: “Una volta stavo suonando in una Jazz funeral per il leggendario trombonista Lewis Nelson ed ero in piedi accanto al mio trombone: lo strumento era più alto di me. Mio fratello, vedendomi, ha urlato: ‘Trombone shorty! (letteralmente trombone corto)’ ” (Andrews, 2008)

Leggi tutto...

Tra guerra e sanità: Emergency

EmergencyEmergency è una associazione umanitaria italiana, dedicata ad offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà. È stata fondata nel 1994 dal medico chirurgo Gino Strada, figura di spicco della medicina umanitaria e del pacifismo italiano, e da sua moglie, Teresa Sarti, e a oggi si è occupata di curare oltre 8 milioni di persone in 17 paesi (tra cui Afghanistan, Iraq, Repubblica Centroafricana, Sierra Leone, Sudan e Italia). Organizzazione di spicco, ha ricevuto nel 1998 il riconoscimento giuridico di ONLUS e nel 1999 quello di ONG.

Emergency nasce a Milano, ma oggi gode dell’appoggio di varie altre associazioni radicate nel territorio anche negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Giappone, in Svizzera, in Belgio e ad Hong Kong. Inoltre è stata riconosciuta come partner del Dipartimento della Pubblica Informazione delle Nazioni Unite nel 2006 e dal 2015 fa parte dell’Economic and Social Council (Consiglio Economico e Sociale)come Special Consultative Status (Statuto Consultivo Speciale).

Leggi tutto...

Una cura per i disturbi del sonno

I disturbi del sonno si possono suddividere in due principali categorie: da una parte troviamo tutte quelle persone che fanno molta fatica a prendere sonno ma che quando si addormentano portano a termine il loro riposo; dall'altra vi sono invece soggetti che si addormentano facilmente ma che si svegliano nel cuore della notte o nelle prime ore della mattina senza poi riuscire a riaddormentarsi.

La melatonina, ormone prodotto principalmente dall'Epifisi, una piccola ghiandola presente nel cervello, si dimostra efficace soprattutto nel primo caso dove agisce andando a ripristinare i naturali ritmi biologici dell'organismo. Alcuni disturbi del sonno dipendono infatti soprattutto dallo sfasamento del ciclo di secrezione della melatonina. 

Leggi tutto...

Altro che mimose

A Dublino, l'8 marzo 2017 è stata una giornata non tanto di festa quanto più di lotta internazionale per le donne. Ho potuto vedere con i miei occhi migliaia di persone che sono scese in piazza e hanno manifestato per le strade della città in un’imponente marcia di abrogazione contro l’Ottavo Emendamento, che nega il diritto all’aborto in tutta Irlanda. La protesta in nero è iniziata alle 17:30 nei pressi di O’Connell Street e ha visto l’intervento di alcune attiviste portavoci della lotta contro la società che nega loro il diritto di scegliere.

Lo slogan della protesta era infatti Our body, our choice” (“ Il nostro corpo, la nostra scelta”).

Leggi tutto...

Il viaggio di Arduè

una scena del film''Nuraghes S’Arena'', il cortometraggio fantasy ambientato nei boschi della Sardegna, è recentemente andato in onda su Paramount Channel. Il protagonista è il rapper Salmo (nome d'arte di Maurizio Pisciottu), che ha deciso di supportare il cinema indipendente italiano tramite la Lebowski Agency, fondata da lui.

Il corto, della durata di 30 minuti, è stato prodotto con un budget di 7mila euro e le riprese sono state realizzate in soli tre giorni.

Racconta di Arduè, un guerriero dell'epoca nuragica (età del bronzo) che vuole vendicare la morte di sua figlia, così, dopo una lunga preparazione spirituale, intraprende un viaggio insieme al suo maestro, per prendere parte a vari e sanguinosi duelli contro il capotribù, in un'arena consacrata agli dei. Il capotribù è un uomo mistico ma allo stesso tempo crudele e spietato, infatti anni prima, per puro divertimento, uccise la figlia di Arduè, giustificando il gesto come un sacrificio agli dei. In questo periodo il guerriero è tormentato e vive nell'angoscia. Solo quando avrà ucciso a sua volta l'assassino sarà finalmente in pace con sé stesso e gli dei maligni non lo perseguiteranno più. Il finale però lascia intendere che ci sarà un seguito.

 

Leggi tutto...

La strage di Torchiera

strage Torchiera“Li hanno sterminati uno per uno, senza pietà, nella notte di Ferragosto: quattro esseri umani abbattuti come in un macello.” (Fazzo, 1990)

Così inizia un articolo del quotidiano la Repubblica di ventisette anni fa, che descrive i fatti della tragica notte del 15 agosto 1990: la famiglia Viscardi viene sterminata da due rapinatori, identificati successivamente come Ljubisa Vrbanovic, detto Manolo, e suo cognato, Ivica Bairic. Le quattro vittime furono Giuliano Viscardi, di 57 anni, sua moglie Agnese Maringoni, di 55 anni, e i loro figli Luciano e Maria Francesca, rispettivamente di 29 e 24 anni. La famiglia viveva in una piccola villetta a Torchiera, una frazione del comune di Pontevico, in provincia di Brescia. Oggi quella casa è abitata dall’unico componente rimasto della famiglia, ovvero Guido, che all’epoca dei fatti era appena ventottenne: essendo già sposato non abitava più con i genitori, però è toccato a lui scoprire la strage.

Leggi tutto...

Una stagione da brivido

Era il 28 agosto 2009; quell'anno, la prima partita del girone d'andata era il derby di Milano. L'Inter, allenata dal portoghese José Mourinho, era reduce da una scia positiva che negli anni precedenti l'aveva vista vincitrice di quattro scudetti e di numerosi altri trofei minori. Quella sera i rossoneri giocavano in casa, il clima pre partita era bollente così come lo è prima di ogni competizione simile, che vede in campo squadre della stessa città con una storia lunga più di un secolo e una rivalità che va ben oltre il semplice sport. Dopo novanta minuti di calcio spettacolo il campo non aveva più nulla da dire: quattro a zero per la squadra ospite, che aveva dato il via ad una stagione indimenticabile. 

 I mesi successivi videro un'Inter già matura crescere ulteriormente ma arrancare ancora con le grandi d'Europa: la batosta di Barcellona nella fase a gironi della Champions League fu il giro di boa che permise ai nerazzurri di sondare il terreno senza compromettere la corsa all'ambitissimo trofeo. Il lavoro fatto dall'inizio dell'era Mourinho cominciò però a venire fuori con prepotenza: le vittorie con Chelsea e CSKA Mosca permisero all'Inter di volare in semifinale dove, ironia della sorte, si trovò a giocarsi l'accesso alla finale con i campioni in carica, dai quali erano stati battuti nella prima fase del torneo. 

Leggi tutto...