Top menu

2012_tre-alberi_w.jpg2011_paes-invernale-2_w.jpg2009_tramonto2_w.jpg2008_acquitrino_w.jpg2011_forza-del-vento_w.jpg2009_stagno_w.jpg2010_temporale_w.jpg2011_cespuglio_w.jpg2011_settembre_w.jpg2012_campo-papaveri_w.jpg2009_toscanasera_w.jpg2010_steppa_w.jpg2009_mantovainrosso_w.jpgquomodo-testata-blog.jpg2009_tramonto_w.jpg2012_squarcio-di-luce_w.jpg2008_oltreorizzonte_w.jpg2011_schiumadonda_w.jpg2011_marina_w.jpg2009_sorgere_w.jpg2009_sottobosco_w.jpg2012_nebbia-su-mantova_w.jpg2009_incendio_w.jpg2008_controlucemn_w.jpg2011_paes-invernale-1_w.jpg2007_grandepino_w.jpg

Risposte in tempo reale

Rispondo alla domanda che mi è stata posta stamattina sulla possibilità di inserire nella tesina un testo di autore straniero.

Come si può leggere nel mandato, punto d delle condizioni: «uno dei testi può anche essere di autore non italiano (ma riportato in italiano), o non dell’epoca di interesse» (vedere il mandato qui:
» www.webalice.it/quomodo/2010/4C-ita/4C_tesina-10b.pdf).

Mi sembra chiaro che si intende che un testo di autore non italiano può essere annoverato tra i 4 brani richiesti obbligatoriamente (e non deve essere aggiunto come 5°).

Rispondo anche a una domanda che mi è stata posta per email.

Come avrò occasione di dire appena riusciremo a leggere qualche testo di teatro musicale, quella che di solito la gente chiama “opera lirica”, in realtà si definisce più correttamente “melodramma” (che significa “tragedia musicale”) e “opera buffa” (che invece è la “commedia musicale”).

Quindi il mandato (punto c delle condizioni), richiedendo che «almeno un testo deve essere tratto da una tragedia o un melodramma, e almeno uno da una commedia o un’opera buffa», prevede proprio che uno dei tre testi obbligatori possa essere un libretto (ossia testo) di opera musicale.

Attenti però che Verdi non è compreso nell'epoca tra ‘400 e ‘700 (infatti appartiene all’800, e sarà oggetto del nostro studio l'anno prossimo). Per questo suggerisco -- se vi interessa la musica -- di scegliere tra i moltissimi melodrammi e opere buffe del ‘600 o del ‘700 (ce ne sono un bel po' nelle sottocartelle "musica" del dvd che vi ho dato all'inizio dell'anno scolastico).

Spero di aver chiarito i dubbi. Comunque riprenderò il discorso venerdì (ricordatemelo per favore, se me ne dimentico).